Non è una novità: molti uomini, soprattutto giovani, non amano utilizzare i preservativi, nemmeno in situazioni potenzialmente a rischio.

Alcuni studiosi che hanno analizzato il fenomeno, piuttosto esteso, sono giunti alla conclusione che tra le principali cause della mancata accettazione del condom vi sia un ridotto comfort durante l’atto sessuale e una sorta di spavalderia che vince anche sulla paura di contrarre terribili virus.

Secondo molti uomini, la sola idea di infilare il pene in un involucro stretto e di lattice smorza qualsiasi slancio sessuale, benché oggi l’offerta sia talmente vasta e variegata che è lecito pensare che questa motivazione sia in realtà una banalissima scusa.

Tutti, uomini e donne, concordano sul fatto che il sesso senza preservativo sia migliore, per sensibilità, praticità e tipo di piacere, ma nel contempo il sapere di essere protetti contro gravidanze indesiderate o malattie sessualmente trasmissibili ha il suo valore.

Ma perché molti uomini preferiscono non indossare il preservativo a dispetto di un rischio come HIV o la gonorrea?

Va detto che una donna ha più probabilità di essere suscettibile a un tipo di queste infezioni per ragioni anatomiche, possedendo organi con più elevata probabilità di lacerarsi durante il sesso e con mucose più adatte a ospitare eventuali infezioni batteriche, da qui una maggior attenzione nell’utilizzo di un preservativo.

A peggiorare una pessima abitudine è anche il contesto culturale che se da un lato ha messo da parte per tanto tempo il peso della salute sessuale e della prevenzione, dall’altro ha promosso un sesso libero e senza barriere (come spesso si vede in molti film porno).

Diventa a questo punto difficile gestire un rapporto con un partner che non vuol sentir parlare di preservativi, ma poiché sul piatto della bilancia c’è la salute e spesso la vita, tanto vale rinunciare se lui fa il difficile.

Fare sesso deve essere una gioia, non una preoccupazione!