Che un intestino disturbato o una brutta indigestione possano intralciare il sesso, non è un segreto.

Quello che ancora non si conosce è quella misteriosa relazione tra intestino e libido, benché recenti studi abbiano scoperto che il microbioma intestinale, ovvero la popolazione di batteri che vive nell’intestino, influenzi non solo la salute, ma anche il nostro comportamento, incluso quello sessuale.

È risaputo che il sesso per le persone che soffrono di intestino irritabile possa diventare un incubo e che la maggior parte degli uomini che riferiscono di avere disfunzionalità erettili, soffrono di un qualche disturbo intestinale.

Se siete tra coloro che hanno quindi un qualche disagio a livello intestinale, potreste spiegare le difficoltà che incontrate in camera da letto con la misteriosa analogia tra i due organi.

Va detto che l’intestino aiuta a produrre la serotonina, sostanza fondamentale per la vita sessuale; circa l’80-90% della serotonina viene infatti prodotta dai batteri che si trovano naturalmente nell’intestino ed essa regola l’umore, i movimenti intestinali, contrasta la depressione, e provoca la nausea in caso di carenza di equilibrio.

Ma non solo: elevati livelli di serotonina inibiscono il comportamento sessuale, basti pensare che gli antidepressivi che aumentano la serotonina, alla fine causano seri problemi per eiaculazione ed erezione.

Contrariamente, i livelli bassi aumentano la libido, favorendo una migliore e più soddisfacente vita sessuale.

Una buona salute intestinale è importante anche per la salute dei genitali: la maggior parte delle infezioni al tratto urinario sono causate da E.Coli che vive nell’intestino e si diffonde alle vie urinarie, provocando ad esempio la fastidiosa cistite.

E se per godere di una buona salute sessuale è fondamentale godere di una buona salute intestinale, vale anche l’opposto: molti batteri sani che vivono nella vagina, nel momento in cui aumentano di livello, possono favorire infezioni non solo in loco, ma anche nell’intestino.

Secondo una ricerca della microbiologa Susan Erdman, il microbioma dell’intestino può essere cruciale per l’attrazione, in grado quindi di influenzare la nostra pelle, il suo odore, i capelli e i livelli di ossitocina.

Insomma, la parte più nascosta di noi, le nostre viscere, giocano un ruolo determinante nel sesso e nella capacità di attrarre partner.

Qualcuno addirittura sta già parlando di compatibilità di microbioma: se i livelli microbici di un soggetto corrispondono a quelli di un altro soggetto, è quasi matematicamente certo che potrà nascere una profonda attrazione tra di essi.

Quando sottovalutate quindi qualche disturbo alla pancia o una prolungata stitichezza, ricordate che tutto finisce tra le lenzuola!