Qual è il segreto di una coppia che funziona splendidamente, a dispetto del tempo e degli intoppi della vita quotidiana?

Se è vero che trovare il perfetto incastro è spesso una questione di fortuna, è altrettanto vero che mantenere quell’incastro inossidabile è solo frutto di impegno e rispetto reciproci.

In genere le coppie scoppiano molto prima dei fatidici 7 anni e quasi sempre, alla base della discordia, ci sono motivi legati all’incompatibilità di carattere (che inizialmente non si avverte per effetto dell’euforia dell’innamoramento), alla gelosia (spesso lecita e con tanto di tradimenti) o più banalmente alla fine del flirt (finisce l’interesse, scema la passione e ci si saluta. O peggio si persevera nello stare insieme con profonda infelicità da ambo le parti).

Ma se i caratteri vibrano all’unisono, le gelosie sono per così dire fisiologiche e anzi stimolano il rapporto e quello che sarebbe potuto essere un flirt ha messo radici profonde, la coppia ha tutte le carte in regola per avanzare negli anni “finché morte non la separi”.

In molti si sono chiesti se alla base dell’incastro vi sia il sesso o se il sesso sia la naturale espressione dell’incastro: insomma, una domanda che suona un po’ come “viene prima l’uovo o la gallina”?

Un buon sesso aiuta, fa vivere alla coppia un’intimità difficilmente provabile, consolida l’amore, ma fondamentale è quella che si potrebbe definire la connessione emotiva, ovvero quel legame che si alimenta e si manifesta con la condivisione della quotidianità, del mostrarsi per quello che si è veramente e con il ricordare sempre di essere rispettosi, gentili e disponibili verso l’altro.

La connessione emotiva, secondo gli ultimi studi in merito, sarebbe in pratica il collante del sesso, addirittura responsabile di orgasmi più intensi e di una libido sempre attiva.

Fare bene l’amore fa bene all’amore, ma occorre parlare la stessa lingua per diventare davvero la coppia più bella del mondo (dentro e fuori dal letto)!