È possibile essere amici e fare sesso?

O meglio ancora, è possibile fare sesso rimanendo amici?

La questione tormenta gli animi da molto tempo, soprattutto da quando i costumi sessuali si sono evoluti per entrambi i sessi, consentendo anche alle donne di porsi questa domanda senza per forza essere giudicate con rigido moralismo.

Insomma, cosa succede, se succede, a una coppia di vecchi amici che si ritrova a far capriole nel letto?

La faccenda appare molto più complessa di quanto si possa immaginare, poiché se da un lato c’è chi  con molta naturalezza continuerà a vivere il rapporto di amicizia come prima, seppur con la possibilità di godere delle gioie del sesso se e quando capita, dall’altro ci sono persone che improvvisamente si ritrovano di fronte alla fine di un’amicizia e all’inizio di un incubo.

Perché ammettiamolo, che siate donne o uomini, nel momento esatto in cui entrate a far parte degli interessi sessuali dell’altro, un pizzico di coinvolgimento e di gelosia affiorano per travolgervi.

E come nelle migliori commedie americane alla Nora Ephron, si paventano le situazioni le più disparate, tipo dover abbandonare di corsa il letto dell’amico con cui si ha passato una folle notte di amplessi, perché è in arrivo LEI, la fidanzata ufficiale; o ancora, improvvisamente da confidenti fedeli si diventa animali da sesso e le confidenze… addio, molto meglio trascorrere il tempo con divertimenti più concreti.

Pare quindi che il sesso, quando si insinua in una coppia di amici consolidati, distrugga l’amicizia platonica e ponga i soggetti di fronte a un bivio: continuare a vedersi finché l’attrazione è viva e/o trasformare il sesso e l’amicizia in una relazione.

Sfortunatamente pare siano pochissimi i casi in cui due amici rimangano tali, pur godendo fisicamente, in tutti i sensi, l’uno dell’altro.

E se pensate che a soffrire di più di questo cambio improvviso di relazione sia la donna, sbagliate.

Le statistiche affermano che sono gli uomini a partire con l’intenzione di consolidare un’amicizia, per poi trovarsi inguaiati in una storia d’amore (e di sesso) senza speranza.

Le donne, dal canto loro, affermano che se l’amicizia è veramente onesta e pura, non esiste tempesta ormonale o di gelosia che possa scalfirla: insomma, passato il momento clou, tutto torna come e meglio di prima.

Dopo anni di repressione sessuale, le donne dimostrano quindi di essere molto più adatte a vivere una vita sessuale senza alcun tipo di vincolo amoroso e di scindere perfettamente amicizia e sesso senza privarsi né dell’uno e né dell’altro.

La vera domanda, a questo punto, potrebbe essere: è il sesso la vera insidia dell’amicizia o piuttosto è l’amicizia a mettere i bastoni tra le ruote al sesso?