Quante sono le posizioni per fare sesso orale? Poche? Sempre le stesse?

Sbagliato: ci sono un sacco di diverse posizioni che cambiano letteralmente il modo in cui si può fare o ricevere sesso orale!

Le migliori posizioni in assoluto, stando ai risultati di uno studio basato sulle preferenze sessuale di coppie miste, sarebbero addirittura 5.

La prima prevede che chi deve ricevere sesso orale stia sopra, anzi per la precisione si sieda letteralmente sulla faccia del partner, spingendogli in bocca il pene o, diversamente, appoggiandogli sulle labbra la vulva.

Questa posizione è ottima se chi deve ricevere sesso desidera avere il controllo della situazione.

La seconda è il 68.

Sì, avete letto bene, non il 69 (che tutti bene conosciamo), bensì il 68, visto che solo uno dei due partner si “esibisce” mentre l’altro semplicemente osserva.

La posizione quindi è la stessa del 69, per intenderci, ma mentre solo uno dei due partner coinvolti pratica sesso orale, l’altro può giocare con i genitali del compagno o della compagna per poi dare il cambio.

Al terzo posto troviamo la cosiddetta posizione dell’arrampicatore: in questo caso la donna si distende sulla schiena, mette un cuscino dietro al collo in modo da reclinare la testa all’indietro e lascia che il partner, in piedi dietro alla sua testa, la penetri in gola letteralmente.

Questa posizione prevede ovviamente che chi sta in piedi sia sempre di sesso maschile.

Questa posizione richiede una predisposizione da parte della donna o di chi sta sotto, di estrema sottomissione, mentre l’uomo, oltre a godere dell’atto, può ammirare dall’alto il corpo abbandonato della compagna o, nel caso, del compagno.

Quarta posizione è quella simile al 68, con la differenza che chi sta sopra è in ginocchio o meglio carponi, in modo da poter controllare tutte le fasi del sesso abbassandosi, inarcandosi o staccandosi per una pausa.

Infine, al quinto posto, si trova la posizione classica, quella in cui chi deve ricevere sesso orale si sdraia sulla schiena e chi deve fare decide se sedersi tra le sue cosce o semplicemente restare in ginocchio.

A seguire tutte le varianti: in piedi, seduti con lui o lei sotto al tavolo, e chi più ne ha più ne metta, l’importante, come sempre, è divertirsi e… far divertire!