Alla ricerca dell’introvabile unicorno

 

Fermi tutti, non stiamo parlando della creatura mitologica dal corpo di cavallo e con un corno al centro della fronte, bensì di un nuovo termine nato per indicare qualcosa di altrettanto raro e leggendario, la lei bisex.

Ebbene, sogno erotico della maggior parte degli uomini single, fidanzati, sposati o illusoriamente in una relazione aperta, la lei bisex è, alla stregua di un unicorno, difficilissima da trovare.

La tendenza di molte coppie a cercare un lui o una lei che si unisca a loro in giocosi amplessi amorosi, è sempre più diffusa e a testimoniarlo è l’elevato numero di annunci sui vari portali, ma la ricerca diventa più ardua quando si precisa la tendenza sessuale.

Le coppie che cercano una lei bisex, in particolare, sono in realtà alla ricerca di una relazione amorosa e sessuale a tre, dove il terzo possa ugualmente dividersi tra lui e lei senza grossi problemi.

Il rischio, come sostengono in molti, è infatti che l’inserimento di una terza persona possa mettere a dura prova la relazione, con la nascita di gelosie e spiacevoli equivoci.

Eppure, se tutto funziona, la lei unicorno rappresenta un piccante elemento dalle molteplici funzioni, in grado cioè di stuzzicare la fantasia maschile, soddisfare pienamente il desiderio femminile e… insomma prestarsi a combinazioni divertenti sotto alle lenzuola.

La questione del triangolo cela comunque sempre dei tranelli e trovarcisi veramente a proprio agio richiede un grande equilibrio e, sostanzialmente, un forte spirito godereccio.

Del resto, chi l’ha detto che il sesso debba avere… un sesso?

Tra i tranelli più comuni, c’è quello dell’uomo che, pensando di inserire una lei bisex all’interno della coppia, tenga lontano la propria partner da altri uomini, non considerando affatto che, sorpresa delle sorprese, è proprio della donna unicorno che potrebbe innamorarsi!

Ma cosa accade quando è invece la donna a chiedere un toy boy bisex da inserire nel letto?

Intanto la probabilità che la ricerca venga indirizzata su un boy bisex diventa molto più rara, fatta eccezione per uomini che non temono di perdere la propria virilità sperimentando, del sesso, proprio tutto, anche il lato B (il proprio).

Secondariamente, ciò che gli uomini esprimono come desiderio durante un amplesso con la propria partner (il classico «Vorrei vederti scopata da tizio» ), alla fine rimane rigorosamente un desiderio, nonostante la partner alla fine si riveli più che ben disposta a imbastire un bel teatrino per il suo lui.

Questi sono i cosiddetti uomini vorrei ma non posso (voglio), che si dimostrano apparentemente molto aperti sessualmente ma che in realtà sono capaci di fare una scenata se solo qualcuno guarda la loro compagna per strada, figuriamoci se se la scopa.

La morale della faccenda rimane sempre la solita: divertitevi, osate fino dove desiderate farlo e buttate i pregiudizi.

Chissà, magari trovate un… unicorno!

#ConteMascetti

www.superminkia.it