Se ne parla ormai a livello mondiale e le riflessioni sono d’obbligo: cosa succede al sesso di questi tempi?

Va detto innanzitutto che già da diversi decenni il sesso protetto è un must: tra infezioni e AIDS il concetto di tutela della salute è basilare!

Ma cosa accade in questi giorni con un virus che ci obbliga a stare chiusi in casa?

In questo caso non ci sono preservativi che tengono e l’invito è quello di evitare proprio i contatti fisici, almeno fino a quando la situazione non sarà ripristinata.

Ma non solo: l’isolamento in casa ci preclude qualsiasi tipo di contatto a prescindere, che sia in un ristorante o in un bar, quindi tanto vale dedicarsi a sé stessi e, per chi ce l’ha, al proprio partner.

Per le coppie conviventi questo momento può essere un po’ come la prova del 9: restare forzatamente a casa può rivelarsi drammatico ma anche molto piacevole.

Insomma, come ingannereste il tempo se non facendo sesso? Lunghe giornate a letto, alternando pennichelle a momenti hot, facendo spuntini tra le lenzuola per poi finire magari sotto a una bella doccia bollente per un coccola in più.

Ma chi invece è destinato a rimanere da solo, che fa?

Non perdiamoci d’animo, le cose da fare sono tante se ci pensiamo, e quanto al sesso questa potrebbe essere una buona occasione per dedicarci al nostro corpo.

Ebbene sì: la masturbazione è il miglior antidoto alla noia, alla tristezza, alla solitudine e, perché no, anche al virus.

Nessun contatto, nessun rischio e la garanzia del piacere: del resto chi vi conosce meglio se non voi stessi?

Esistono poi le chat e le video chiamate, occasioni in cui sperimentare un sesso condiviso a distanza: ci avete mai provato? Potrebbe essere davvero divertente!

In tutti i casi abbiate pazienza, rispettate i divieti e… non perdete mai un’occasione per divertirvi con il sesso!