Sono molte le persone che vivono l’utilizzo di alcuni anticoncezionali come un vero e proprio trauma per la loro libido: pillola, cerotto e spirale sembrano apportare dei significativi cambiamenti nel desiderio sessuale di chi ne fa uso.

Ma sarà vero?

Secondo un’analisi del 2013 pubblicata sullo European Journal of Contraceptive and Reproduction Health Care che ha preso in esame gli effetti del controllo delle nascite ormonale sulla libido, il 62% delle persone che ha assunto la pillola anticoncezionale ha avvertito un aumento della libido, il 22% non ha notato alcun cambiamento e il 15% ha affermato di avere avuto un calo del desiderio.

Insomma, la maggioranza ha sì avuto un qualche tipo di effetto ma soprattutto non ha avvertito alcuna diminuzione della libido.

A onor del vero va detto che la pillola blocca l’ovulazione ovvero l’attività delle ovaie, responsabili della produzione di testosterone e quindi alla base (per lo meno fisica) del desiderio; la pillola provoca inoltre un aumento della globulina SHBG, che si lega al testosterone rendendolo meno disponibile nel sistema ormonale.

Quindi sarebbe lecito affermare che la pillola anticoncezionale possa influenzare la libido ma la verità è che i fattori responsabili di una modificazione del desiderio in corrispondenza dell’utilizzo di un qualsiasi anticoncezionale ormonale possono essere molteplici.

Spesso, secondo gli esperti, quella del controllo delle nascite è semplicemente una scusa per non prendere coscienza del fatto, ad esempio, che non si sta conducendo una vita sufficientemente sana, o che si sta attraversando un momento di crisi con il partner con cui si ha una relazione di lunga durata.

E quindi: è la pillola o la routine a uccidere veramente il sesso?

Recenti ricerche sulla sessualità hanno poi scoperto che la monogamia a lungo termine incide irreparabilmente sulla libido di molti soggetti, sia maschili che femminili.

Esistono poi effettivamente cause fisiche, come la mancanza di lubrificazione dovuta all’assunzione di anticoncezionali ormonali: in questi casi l’idea di un rapporto sessuale doloroso scaccia ogni tipo di iniziativa, quando sarebbe sufficiente utilizzare un buon lubrificante.

Insomma, prima di dare colpe agli anticoncezionali, sarebbe il caso di fare un piccolo esame di coscienza!