Il sesso a tre è da sempre un must nelle fantasie sessuali maschili (e anche femminili, sappiatelo!).

Quando capita l’occasione giusta, quella sognata e immaginata a più riprese, quali sono gli accorgimenti per buttarcisi a capofitto mantenendo un comportamento da vero gentiluomo?

Intanto va precisato un aspetto fondamentale: siete single o avete una partner?

I single possono trovarsi improvvisamente in una piacevolissima situazione di sesso a tre senza dover convincere nessuno: accade e basta. Che sia un dopo cena o un momento di intesa in un pub, che siano coinvolte due donne o un uomo e una donna, se tutti sono accondiscendenti il problema non esiste.

Diverso è se si è in una relazione stabile: siete voi maschietti a proporre la cosa? Volete coinvolgere anche la vostra partner ma non avete il coraggio di farlo? Oppure è lei che insiste per provare un brivido diverso? In tutti i casi: calma, rispetto e gentilezza!

Una volta trovato un comune accordo su chi coinvolgere nel vostro ménage, dovete capire se è il caso di stabilire delle regole, perché è stranoto che, al momento del dunque, possano emergere picchi di gelosia elevati, addirittura ingestibili (e parecchio spiacevoli).

Insomma: siete sportivi? La vostra lei lo è? Oppure dovete stabilire fin dall’inizio cosa è lecito (accettato) fare e cosa no? Ad esempio, a qualcuno di voi due infastidirebbe un bacio appassionato in cui non siate coinvolti? O attenzioni particolari come rapporti orali molto spinti?

La gelosia è una brutta gatta da pelare, ricordatelo, soprattutto se è esplosiva.

Altre raccomandazioni di sorta non ne esistono o almeno non ne dovrebbero esistere (fare sesso a tre mettendo dei limiti sarebbe davvero ridicolo, ma se non potete fare diversamente…).

Inutile ricordarvi di prendere le adeguate protezioni, di essere particolarmente generosi in caso siate con due donne (entrambe vorranno godere della vostra… mascolinità!) e di essere galantuomini in caso il terzo sia un maschietto come voi (prestando sempre attenzione che si comporti bene con la vostra metà).

E per finire, la regola aurea: il silenzio.

Benché siano tutti consenzienti e benché l’esperienza possa ripetersi anche con una certa cadenza, sappiate che la privacy va rispettata.

Non pensate di gigioneggiare in pubblico, concentratevi piuttosto sui vostri moltoprivati momenti di assoluto piacere.

Buon divertimento!