Se il sesso per molti è sinonimo di gioia e piacere, per diverse donne non solo significa disagio ma addirittura è la ragione di dolori; le cause del dolore provato durante i rapporti sessuali vanno da condizioni mediche specifiche, fino a stimolazioni inadeguate, per arrivare a inesperienza tipica delle prime volte in cui ci si approccia al sesso.

Ovviamente per ogni problema esistono le giuste soluzioni, l’importante è saperle affrontare con esperti e professionisti del settore.

Il primo passo che una donna dovrebbe compiere se prova dolore durante un rapporto sessuale, è quello di parlare con un medico al fine di escludere qualsiasi patologia di base e questo è particolarmente indicato se i dolori pelvici continuano anche al di fuori dei rapporti.

In questi casi una visita ginecologica e un’ecografia potrebbero escludere, o confermare, un problema serio, quale ad esempio l’endometriosi o una più semplice cistite.

Talvolta però i problemi derivano da eccesso di passione da parte degli uomini o addirittura di misure: insomma, o il partner penetra troppo violentemente e in profondità prima che la donna abbia raggiunto la giusta lubrificazione e dilatazione, oppure le misure di cui è dotato sono esagerate.

In quest’ultimo caso esistono anelli appositi che personalizzano la lunghezza, riducendo la capacità di penetrazione del pene e consentendo in ogni caso il piacere a entrambi.

Nel primo caso è doveroso invece  ricordare l’importanza dei preliminari che, è risaputo, aiutano la donna ad aumentare l’eccitazione.

Ma il dolore può essere causato anche da scarsa lubrificazione, tipica dopo una certa età e risolvibile con un buon lubrificante, possibilmente a base di ingredienti naturali e quindi privo di allergeni.

Infine un discorso a parte, e da molti ignorato o trascurato, è quello relativo al pavimento pelvico, vale a dire l’insieme di muscoli intorno alla vagina, all’ano, alla vescica e agli altri organi nelle pelvi.

Quando questi muscoli si contraggono, qualsiasi cosa li metta sotto pressione provoca dolore; la rigidità del pavimento pelvico può diventare cronica e portare a dolorosissime vaginiti.

Le cause possono essere fisiche, derivanti quindi da traumi, o psicologiche, per effetto di abusi sessuali.

In questo caso ci si può affidare a un esperto per poter allentare la muscolatura o seguire un corso yoga specifico per rilassare la zona e rafforzarla, in modo da poter riprendere con successo l’attività sessuale e quindi tornare a provare piacere.