No non stiamo parlando di diamanti e lapislazzuli, ma di QUEI gioielli, quelli che il vostro partner porta tra le gambe ma che voi, spesso e volentieri, ignorate dedicandovi ad altro.

Non è un segreto che le donne, anche le più audaci, a letto preferiscano trastullarsi con il pene del partner dimenticando categoricamente i testicoli che, attenzione, possono dare invece grandi soddisfazioni.

Sono in molte a ignorare che i testicoli sono molti sensibili e altrettante sono coloro che, pur ricordandosene, non sanno come… trattare la zona.

In effetti va detto che i famosi gioielli maschili hanno una diversa sensibilità che dipende da soggetto a soggetto: c’è quello a cui piace farseli accarezzare delicatamente e chi invece preferisce modi un po’ più decisi.

Come scoprirlo?

Afferrate delicatamente i testicoli con il palmo della mano mentre, ad esempio, state praticando una fellatio e cercate di massaggiare aumentando via via la stretta (senza esagerare!).

Lì capirete quanto e come gli piace e potrete proseguire sbizzarrendovi in altre manovre eccitanti, come ad esempio passare la lingua su ogni testicolo, circumnavigandolo pazientemente, magari solleticandolo e infilandolo in bocca, contenendolo delicatamente.

Potete poi passare a occuparvi di quella striscia sottile di congiunzione tra scroto e base del pene, lì dove le terminazioni sono diverse e solo con una leccata potreste farlo impazzire.

L’importante è non avere fretta, dovreste condurre il vostro lui lungo un sentiero fatto di eccitazione che via via aumenta, fino a dove volete voi.

Il gioco è, in tutti i sensi, nelle vostre mani, quindi potete, a sentimento, proseguire con la fellatio oppure decidere di cavalcare il vostro partner mentre è ancora seduto o sdraiato in estasi.

Nel secondo caso, perché non continuare il massaggio ai testicoli proprio mentre il suo membro è dentro di voi?

Insomma, la zona si presta a tanti e divertenti passatempi, tra i quali anche la depilazione.

Per uomini non depilati potrebbe risultare strano trovarsi improvvisamente glabri, ma se ci pensate voi aggiungendo un po’ di libido, vi ringrazieranno.

Schiuma da barba, bacinella di acqua pulita e un rasoio nuovo: procedete con perizia, sollevando il membro (se già non si è alzato da solo) e andando a eliminare tutta la peluria in eccesso, agendo delicatamente nelle zone dove la pelle è più sottile.

Una bella risciacquata e scoprirete che, magia, le dimensioni del pene saranno notevolmente aumentate: un simpatico effetto dato dall’assenza di vegetazione!

Procedete con un buon lubrificante, magari di quelli commestibili aromatizzati alla frutta, e… buon divertimento a entrambi!