Il fatto che l’essere lesbica sia diventato un po’ di moda nei vari film e serie tv, ha permesso di urlare tana libera tutte a molte donne che, addirittura regolarmente sposate, hanno confessato finalmente di preferire il gentil sesso.

Ma la cosa veramente interessante e rivelata dal Journal of Sexual Medicine, è relativa alla classifica del numero più elevato di orgasmi tra le varie “categorie” di appartenenza sessuale: insomma, chi gode di più, inteso in quantità e qualità?

Dopo gli uomini, udite udite, sono proprio le lesbiche o donne gay, seguite a ruota da quelle bisex e, solo in fondo, dalle donne etero.

Il perché gli uomini siano al primo posto è spiegato semplicemente (e tristemente) dal fatto che il sesso eterosessuale si basi sull’orgasmo maschile, che è come dire che l’importante è che l’orgasmo in una coppia lo raggiunga lui. Lei magari ha bisogno di più tempo…

Ma il perché invece le donne gay e bisessuali occupino il secondo e il terzo posto è semplicemente una questione di conoscenza del proprio corpo più approfondita e una maggiore generosità “sessuale”: una donna è capace di far venire un’altra donna perché ne conosce tutte le peculiarità e sicuramente (o quasi) non si limita a badare al solo piacere personale.

Ma non stupitevi, questa sorta di galateo sessuale è tipico anche tra maschietti omosex che di certo occupano il primo posto della classifica del numero di orgasmi provati.

Tutto questo cosa dovrebbe dire alle donne?

Di certo non di diventare improvvisamente lesbiche o bisex qualora non lo siano, ma di imparare a “pretendere” il giusto godimento sì!

Troppo spesso gli uomini, nei loro confronti, pretendono di sapere esattamente cosa vogliono a letto, sbagliando clamorosamente.

Ma la colpa non è loro, bensì delle donne che non parlano e non comunicano.

Quindi, gentili fanciulle, imparate a spiegare cosa vi piace e cosa no, senza dubbi o timori: chi vi vuole solo come “contenitore” non vi merita, sappiatelo!