La protagonista è lei, che domina e cavalca come una fiera amazzone il suo uomo.

Tra le posizioni più amate e sperimentate, quella dell’amazzone fa sì che sia proprio la donna a condurre i giochi, a stabilire il ritmo e l’intensità della penetrazione, inserendo delle strategiche pause per aumentare l’eccitazione.

E lui?

A lui non rimane che godersi lo spettacolo, giocare con il corpo di lei che lo sovrasta e proporre delle varianti, come la posizione dell’amazzone al contrario: in questo caso la donna darà le spalle al suo partner, che a sua volta avrà una gradevolissima visione del lato B di lei.

Nonostante i numerosi vantaggi di questa posizione, va precisato che se non siete particolarmente atletiche e allenate, potreste stancarvi molto presto, provare crampi alle gambe e avere la sensazione che… state facendo tutto voi.

In parte questo è vero, ma potete adattarvi testando la postura più comoda, che non necessariamente deve essere quella classica, a cavalcioni, ma ad esempio quella che prevede le gambe all’interno di quelle del partner, oppure stando in ginocchio o sulle caviglie, anziché con le gambe ai lati di lui.

Insomma, sperimentante, perché non avrete di che pentirvene!